Dolci

Nastrine

Chi mi legge sa che adoro tutto quello che può essere preparato per la prima colazione. Adoro inondare la casa di dolci profumi al risveglio della mia famiglia la domenica mattina.
Ho visto questa ricetta sul Gruppo Pasta Madre su Facebook e rinfrescando spesso il mio lievito madre Hiroshi, ho pensato bene di usarlo così…
Sono profumatissime e sfogliatissime 😀 Ho aggiunto le gocce di cioccolato perchè i miei ragazzi devono sempre vederne un po altrimenti non assaggiano nulla 😛

Per la loro preparazione occorreranno:

Ingredienti per 8 nastrine:

  • 275 g farina manitoba
  • 65 g lievito madre
  • 60 g zucchero
  • 20 g di burro bavarese
  • 1/2 uovo
  • 110 g di latte per intolleranti è possibile usare 120 g di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 40 g Arancia candita tritata
  • 50 g di gocce di cioccolato (mia aggiunta)

Per sfogliare:

  • 70 g Burro bavarese

Preparazione: 

In un pentolino riscaldare il latte con il burro fino a scioglierlo.
Nella planetaria con il gancio K (foglia) inserire farina, zucchero, lievito madre spezzettato e il mezzo uovo sbattuto, impastare ed aggiungere i liquidi tiepidi  poco alla volta e per ultimo il sale.
Quando la pasta comincia ad incordarsi alla foglia, inserire il gancio ed impastare fino ad ottenere un impasto morbidissimo e non appiccicoso.
Riporre
Formare una palla e riporla in una ciotola coperta con un panno, per una mezz’ora, giusto il tempo che la maglia glutinica cominci a rilassarsi. Dopo di che avvolgere l’impasto nella pellicola e mettere in frigo per 2 ore.

Nel frattempo, preparare il panetto di burro, stendendolo fra due fogli di carta forno dandogli la forma di un rettangolo sottile e riporre in frigo fino ad utilizzo.

Trascorse le due ore circa,  riprendere l’impasto e stenderlo in un rettangolo lungo circa il doppio della lastra di burro preparata, che andrà posta sulla metà inferiore dell’impasto; ripiegare poi la metà superiore dell’impasto sul burro, sigillare bene i bordi. Girare il “pacchetto” di impasto tenendo la parte a libro sulla destra e stenderlo delicatamente in un rettangolo, agendo con il mattarello solo per il lungo. A questo punto, fare il primo giro di piega a tre. Tra una piega e l’altra dovranno trascorrere circa 30 minuti. Numerosi sono i video su youtube che spiegano come fare le piege.

Dopo l’ultimo riposo in frigo, riprendere l’impasto e stenderlo in un rettangolo approssimativamente di 30×16 cm. (1)
Tagliarlo in tre parti uguali (che saranno di 10×16 cm circa) (2). Prendere una parte, cospargerla di canditi finemente tritati, coprirla con la seconda parte, altra spolverata di caditi quindi terminare con l’ultima parte (3).

Spianare delicatamente il tutto con il mattarello. A questo punto, con un coltello ben affilato, tagliare otto “fette” di ca 2 cm di larghezza (4); prendere ognuna di queste fette e attorcigliarla a fiocchetto (5).

infografica_nastrine                                              (iconografia e ricetta di Alessia Massari autrice del blog myiummy)
Disporre le nastrine su una placca con carta forno e riporre in frigo (io tutta la notte) e cotte la mattina della domenica (6).
Se invece si vogliono cuocere in giornata, niente passaggio in frigo; dopo che saranno ben lievitate, accendere il forno a 180° ventilato; spennellare con il resto dell’uovo battuto, spolverare con zucchero semolato e cuocere per ca 15′.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Risotto al salto