Dolci

Japanese Cotton Cheesecake

 

Conoscete sicuramente questa torta perchè è stato un vero tormentone in rete.
Japanese Cotton cheesecake – solo tre ingredienti… sofficissima, ecc.
In verità non è semplicissima ma con i giusti accorgimenti la torta riesce ed è vero che è sofficissima, infatti il nome “cotton” deriva dal fatto che la sua sofficità ricorda un batuffolo di cotone.
Sono tante le ricette che si trovano in rete e tante anche le varianti ma io mi sono affidata a Martina Toppi.

Seguite alla lettera tutti i consigli sotto riportati e la riuscita della torta è assicurata:

1) le uova, il burro e il formaggio spalmabile devono essere a temperatura ambiente, quindi tirateli fuori dal frigo in anticipo (almeno 1 o 2 ore prima). Il burro e il formaggio spalmabile devono avere una consistenza spalmabile;
2) le dosi per questa torta sono per uno stampo da 20 cm di diametro di quelli che si aprono a cerniera e circa 7cm di altezza, ma in ogni caso è meglio foderare la circonferenza della torta con della carta forno alta 5 cm più dello stampo (non di più altrimenti la torta faticherà a dorarsi in superficie), in modo da sostenere la crescita della torta quando lieviterò in forno;
3)
il bagnomaria è essenziale per la riuscita della torta, dal momento che deve cuocere 1 ora abbondante e si seccherebbe. Il bagnomaria infatti aiuta a mantenere la temperatura costante e la consistenza soffice e umida.
4) aggiungete i bianchi montati al resto dell’impasto mescolando con delicatezza ma con decisione per non smontarli.
5) la cottura varia a seconda del forno, quindi dopo 1 ora di cottura testate la consistenza della torta infilando uno stecchino al centro della stessa e verificando che esca pulito. Questa torta non si rovina se cotta più a lungo, quindi prolungatene la cottura se necessario finché la superficie risulterà ben dorata. A seconda del forno potrebbe anche volerci 1 e 1/2 ora.
6)questa torta raffreddandosi si restringe e si abbassa un po’, circa 1cm – 1  1/2cm, quindi non disperate quando succederà: è assolutamente normale! Lasciar raffreddare la torta in forno con lo sportello aperto una volta cotta serve proprio a limitare questo fenomeno.
7) fate riposare la torta in frigo per minimo 4 ore prima di mangiarla. Il freddo solidifica il formaggio cremoso e migliora il sapore e la struttura del dolce.

 

Ingredienti:

225 g di formaggio Philadelphia in panetti
120 g di latte intero o parzialmente scremato
5 uova grandi
2 g di cremor tartaro
50 g di zucchero + 50 g di zucchero
1 cucchiaio di succo di limone
56 g di burro
32 g di farina
16 g di amido di mais o Maizena

Preparazione:

Accendete il forno modalità statica a 150-155° e versate dell’acqua calda in una teglia dai bordi alti, per la cottura a bagnomaria della vostra japanese cotton cheesecake

Coprite il fondo e il lati dello stampo con 3 o 4 fogli di carta argentata in modo da proteggerlo all’acqua del bagnomaria e ritagliate un cerchio di carta forno del diametro interno.

Dividete i tuorli dagli albumi e incominciate montare aggiungendo il cremor tartaro e unite i primi 50 di zucchero a pioggia e continuate a montare finché saranno sodi.

In planetaria con il gancio K montate il formaggio con il latte per circa 2 o 3 minuti fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Aggiungete ora il burro morbido  i restanti 50g di zucchero e il succo di limone.

Aggiungete la farina e la maizena setacciate, poi aggiungete i tuorli; montate ancora sempre a bassa velocità, poi filtrate il tutto attraverso un colino in modo da non avere grumi nell’impasto.

Unite poco per volta gli albumi montati e incorporateli mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto, unite ancora 1/3 degli albumi e infine l’ultimo terzo.

versate ora l’impasto nello stampo foderato di carta forno e poi sbattetelo delicatamente sul piano di lavoro per far scoppiare eventuali bolle di aria e ottenere una struttura compatta e uniforme.
Immergete lo stampo con le pareti ben foderate di carta argentata nella teglia con l’acqua. Cuocete per circa 1 ora e 10 minuti, ma dopo 1 ora fate la prova stecchino e verificate la cottura. La superficie dovrà risultare ben dorata.

Una volta cotta, spegnete il forno, lasciate lo sportello socchiuso e lasciate raffreddare la torta all’interno per 1 ora.
Ponete la torta su di un piatto da portata e fate raffreddare in frigo per minimo 4 ore.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Risotto al salto